non siamo

bookblogger

non siamo

bookblogger

Non siamo bookbogger logo

non siamo bookblogger

ma crediamo nei libri

In questo spazio proviamo a raccontare un pezzo di realtà passata, presente o futura attraverso le parole degli autori e delle autrici che ci hanno aiutatə a comprenderla.

timeline

info lettori

Il mercato del libro è nelle nostre mani. Pillole di editoria, consigli di acquisto, e tutto quello che occorre sapere per diventare lettori responsabili.

newsletter

Iscriviti a , la newsletter di Non sono un bookblogger
finzioni di borges

E se l'universo, come ha scritto Borges, fosse proprio un labirinto? E se in fondo il tempo, con le sue diramazioni e le sue possibilità, non fosse altro che un dedalo che abbraccia tutta l'esistenza?
Questa è l'idea che muove il racconto Il giardino dai sentieri che si biforcano, raccolto in "Finzioni". Il giardino dai sentieri che si biforcano è un libro, ma è allo stesso tempo un labirinto, è la chiave di una comprensione che si è tramandata per generazioni, dal savio antenato, fino a uno di quei personaggi borgesiani che sono al contempo sè stessi e tutti quanti.


«Poi riflettei che tutte le cose capitano a ciascuno esattamente, esattamente adesso. Secoli di secoli e solo nel presente succedono i fatti; innumerevoli uomini in aria, in terra e in mare, e tutto ciò che realmente avviene, avviene a me...»

libro Sostiene pereira Tabucchi

Sostiene Pereira di essere un po’ come Edipo e Macbeth e anche Darth Vader. Quelli che insomma nel loro destino ci sono cascati con tutte le scarpe mentre correvano via da lui.

Perché Sostiene Pereira di Antonio Tabucchi non è solo un grande romanzo storico, ma anche un libro su come gli umani fanno le scelte che fanno, e come scendono a patti (oppure no) con le loro responsabilità.

libro Ballard gioco da bambini Feltrinelli

Ci sono cose che non si possono dire. Ce ne sono altre che non si possono neanche pensare, a volte però sono vere. Come quando, nell'estate del 1988, ventitré persone vengono ammazzate in un quartiere alto-borghese vicino Londra, e i loro tredici figli adolescenti sembrano scomparsi nel nulla. I rapitori, chiunque essi siano, hanno alle calcagna il dottor Richard Greville, lo psichiatra forense che sta aiutando la polizia a venire a capo del mistero.

Un gioco da bambini di J.G. Ballard è un giallo truce col sapore di noir. Parla delle contraddizioni dell'amore parentale, della modernità, della paura di pescare a piene mani nell'orrore e nell'impensabile.

libro I ragazzi della nickel

I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead (Premio Pulitzer per la Narrativa 2020) ha un modo preciso e delicato di descrivere l'orrore. Di farlo prendendo in prestito gli occhi di un bambino che non ha ancora perso l'umiltà, e ci racconta un mondo di proteste antirazziali radicalmente diverso da quello che stiamo vivendo ora – o forse no?

libro sirene Laura Pugno

Come vi immaginate la fine? Il capolinea dell’umanità ha una forma, un colore, un odore, è fatto di parole come “yakuza” e di simboli che si trasformano. E se il Sole non portasse più la vita ma un inesorabile destino di morte? E se l’oceano dimenticasse la sua passività e le creature addomesticate tornassero selvagge? E se il futuro fosse delle sirene?

Questa è la fine dell’umanità immaginata da Laura Pugno, un tentativo disperato di ibridarsi, di dare continuità a qualcosa che si sta spegnendo, una rivalsa della natura, del mare, del sole, di creature animali, placide come vacche, che sono destinate a raccogliere il testimone della nostra specie.

libro Le vergini suicide

Una piccola città americana vene sconvolta da un fatto di cronaca che lentamente ma inesorabilmente finirà per portare via tutta la realtà circostante. Cinque giovani ragazze, le sorelle Lisbon, si suicidano nel giro di poco più di un anno. Nessuno sa perché, nessuno può intuire che cosa sta succedendo nelle loro vite. È uno di quei misteri che possono solo essere guardati da lontano, e i narratori lo sanno, non provano neanche a speculare, si limitano a ricostruire i fatti, lasciando le spiegazioni a giacere in quella stessa sfera di sentimenti indefinibili che racchiude anche le loro stesse motivazioni.

previous arrow
next arrow
Slider